L’importanza di essere un Cigno

Accendi i tuoi sogni (ignite your dreams) e per farlo hanno creato WonderLab: “the place where science and magic meet”, un laboratorio creativo inclusivo in cui raccontare l’identità del proprio Brand con un linguaggio nuovo, visionario, svincolato dal prodotto e vicino al bisogno di futuro&meraviglia.   E hanno rimesso mani al brand. Ovviamente. Perché altrimenti che nuovo posizionamento sarebbe quello voluto dal nuovo Direttore Creativo…

Leggi

Anelli dinamici

“A new brand appearence” recita il rebranding di Audi. Che infatti non è un vero e proprio rebranding, ma un’apparenza, un’illusione, una suggestione che indirizza lo sguardo a un graphic design flessibile, evocativo di una nuova sensibilità ma sempre e irriducibilmente fedele a se stesso.   Il design modulare, che si ispira a quello “atomico”, è stato pensato per essere media-neutral, anche se lo vedo…

Leggi

Mulino Rosso

Per 130 anni Aunt Jemima è stato il volto degli sciroppi e dei preparati per pancake più famosi e amati d’America. Poi è arrivata la protesta #blacklivesmatter e la zia è stata decapitata, e il suo viso eliminato dal packaging. “Le sue origini si basano su uno stereotipo razziale” ha dichiarato l’anno scorso Kristin Kroepfl, vice presidente e chief marketing officer di Quaker Foods North…

Leggi

Emozioni analogiche

Ci sono ancora emozioni totalmente analogiche nella comunicazione ed è innegabile che l’esperienza di un oggetto fisico è qualcosa che la rete non potrà mai sostituire. Quando poi l’oggetto contiene il prodotto più famoso e amato al mondo, per esempio la pizza, la sinestesia è garantita. La cosa che mi ha colpito del progetto Pizza 4Ps (realizzato nel 2020 per la Giornata Mondiale della Pace)…

Leggi

Tanto di cappello

Ogni big company deve averne uno, e ogni volta che ci mette mani c’è sempre qualcosa da imparare. Anche nei Rebrand meno convincenti ci sono sempre spunti e intuizioni che dobbiamo saper raccogliere. “S’impara anche dai piccoli, però.” Perché spesso sanno osare di più. O comunque sognare più in grande. A volte infatti la celebrità pesa, e il fatto che un Brand sia diventato nel…

Leggi

Etica mutante

11 Million Pounds Daily. Questa la head del sito thebigfavourite.com. Undici milioni di libbre (5000 tonnellate per intenderci) di intimo tessile che finisce ogni giorno nelle discariche degli Stati Uniti. Si presenta con un linguaggio diretto e sfrontato, immagini realistiche, foto magistralmente sgranate e un messaggio etico prima di ogni prezzo (“prodotto eticamente in Perù per un salario dignitoso”) la campagna di comunicazione per il rebranding…

Leggi

Santa Brand Book

Ogni anno, nel periodo delle feste, mi torna in mente il Santa Brand Book, la provocazione dell’agenzia inglese QuietRoom che regala uno spunto su come continuare a fare il nostro lavoro seriamente, ovvero con un po’ di sense of humor. Adesso che Natale è alle porte, queste 15 pagine di Brand Book sono una lettura molto utile per rivalutare struttura e personalità di un marchio che,…

Leggi

Un baffo tira l’altro

Nel 1919 Marcel Duchamp li disegnò sul volto della Gioconda e fu come dare un paio di baffi schiaffi in faccia al conformismo. Ancora oggi, a cent’anni di distanza, i baffi funzionano. Lo dimostra il Movember.   Che cos’è? La somma di moustache+november e anche una singolare campagna di comunicazione nata a Melbourne nel 2003 per sensibilizzare gli uomini alla cura e prevenzione delle patologie di genere. Perché si sa, noi…

Leggi

Spassiba gattini!

Chi sono i veri protagonisti del nuovo immaginario collettivo inventato dalla rete? I gattini, ovviamente!  Strappano like, commuovono, divertono… In una parola: funzionano. Qual è la prima cosa che fai se trovi un gattino smarrito? Gli dai un po’ di latte. Gatto chiama latte. Sarà per questo che è piaciuta la proposta di inserire nel logo dell’azienda russa di prodotti lattiero-caseari Milgrad, la sagoma di un…

Leggi