Brand Rhapsody

La perfezione dell’esecuzione è da sempre la caratteristica della Berliner Philharmoniker. Ma come si rende visibile la perfezione di ciò che non può essere visto? Da questa domanda è nato uno sviluppo creativo molto interessante, che ha fruttato l’ADC Awards 2020 all’agenzia tedesca Scholz & Friend.

Grazie a un piano di metallo e al brillante uso delle leggi della fisica, i musicisti si fanno designer e tracciano il segno del suono, o meglio: dal suono. Immagini sonore capaci di creare la visual identity di una stagione concertistica. E non solo.

 

Questo risultato obbliga chi ha sempre visto lo scopo del nostro lavoro nella grafica e nel segno permanente (che tutti voremmo eterno) a una riflessione:

È finita l’epoca del Brand?

Non credo. Penso invece che sia iniziata una nuova epoca per il graphic design, nella quale dovrà adattarsi alla storia del cliente, interpretarla sfruttando tutte le possibilità offerte dalla tecnologia, ed entrare nelle pieghe di un’emozione, in alcuni casi impercettibile.

A riprova di questa nuova sfida fa il suo ingresso lo sviluppo creativo di Graphéine per le Bureau des Possibles, una start-up specializzata sull’innovazione collaborativa.


Anche in questo caso, viene affidato un arduo compito all’agenzia: raccontare la mission di un cliente che non crede più nelle modalità verticali di organizzazione delle aziende e si pone l’obiettivo di aiutarli a governare il cambiamento.

Graphéine ha progettato il logo ispirandosi alle etichette da archivio, integrandolo con un sistema grafico molto semplice, inscritto in una griglia, che accoglie lo spirito “bureautique” dell’ufficio.

Questo concept ordinato viene messo a contrasto con un sistema generativo, ispirato dal volo degli stormi, un perfetto esempio di intelligenza collaborativa.

Il risultato: una nuvola di punti viene generata automaticamente e ricomposta all’infinito.

L’impermanenza della musica, il volo degli stormi…
Suggestioni da accogliere e sviluppare con un linguaggio grafico nuovo e adeguato alla realtà in cui siamo immersi.
Non male come sfida!